Alberi

On 17/05/2013 by Carlo Columba

Albero, alberi, tronco, linfa, ramo, radice, foglia, corteccia, picciolo, resina, legno. Un vocabolario, dal tecnico al poetico, da sempre frequentato dai linguaggi più disparati: l’albero motore, la foglia d’oro zecchino o, più prosaicamente, il foglio di alluminio per i cibi, il ramo di un impianto, il tronco autostradale, la corteccia cerebrale, che ne evidenzia la presenza, la sua essenza prima, dentro di ognuno di noi, tanto da farsi significato e significante. Il barone rampante decide di non discenderne più. Quanto a me, fotografarli è un qualcosa che è venuto da sè, senza quel particolare momento della decisione di farlo. E continua a venire, mi rendo conto, riguardando gli scatti degli ultimi anni. Ne ho raccolto qui una piccola selezione, per lo più limitata ad alberi singoli, a singole individualità arboree. L’ambiente, non potrebbe essere altrimenti, è qua e là presente, ma sono i singoli alberi, in quanto testimoni degli accadimenti succedutisi intorno a loro nel corso dei secoli, i protagonisti. Alberi siciliani, sia cittadini che montani, la cui storia, quasi sempre, è intrecciata con quella degli uomini: alberi talvolta prepotenti; spesso alberi che sono sopravvivenze di trascorse ere. Alberi che portano impressa la storia, alberi che destano rispetto e meraviglia.
Questa piccola raccolta non ha alcuna pretesa di completezza nè si concentra su di una unica modalità di lettura o chiave interpretativa.

Leave a Reply